Libri da Yuggoth

Viaggio nella letteratura Weird italiana

banner-yuggoth.png

Libri da Yuggoth è un evento culturale interamente dedicato alla letteratura Weird italiana, ai suoi estimatori nonché ai suoi migliori esponenti. L’iniziativa, nata da una collaborazione tra l’associazione culturale LeGhirlande e l’autrice emergente Maddalena Marcarini, si propone di puntare i riflettori su un genere letterario per definizione anticonvenzionale, perennemente in bilico tra Fantasy, Fantascienza e Horror,
che per quanto goda di grande fama nel panorama editoriale estero è ancora relativamente sconosciuto nel nostro Paese.
Libri da Yuggoth, prevista per il 27 marzo 2022, si svolgerà nel corso di una giornata e ospiterà autori, esponenti dello studio del genere Weird e della letteratura lovecraftiana riconosciuti a livello nazionale ed editori specializzati in pubblicazioni di genere.

PARTECIPA ALL'EVENTO - INGRESSO GRATUITO

Il programma

Un programma intenso attende i visitatori. Al mattino, Francesco Corigliano (studioso dei meccanismi teorici della letteratura dell’orrore e dei suoi rapporti con il folklore, nonché autore e saggista) terrà una conferenza sulla genesi del Weird e sulle correnti letterarie che ne hanno influenzato la nascita, in collaborazione con Giacomo Ortolani, curatore italiano della celeberrima biografia Io Sono Providence.

Nel pomeriggio Andrea Gibertoni (scrittore, giornalista e curatore per Hypnos e Providence Press) e Paolo Tosini (redattore di Yorick Fantasy Magazine) saranno i moderatori di un dibattito, o meglio, di una chiacchierata con il pubblico sulla realtà editoriale odierna e in particolare sul mondo Weird in Italia.

Al termine del loro intervento, i visitatori potranno scoprire anche qualche piccola curiosità sul personaggio di Lovecraft che non si trova sui libri di testo. 

E per tutto il tempo, i protagonisti saranno gli autori ospitati dalla manifestazione.

La giornata di Libri da Yuggoth ospiterà anche la cerimonia di premiazione del Premio Ulthar, un riconoscimento che verrà attribuito, da una giuria di esperti, ai tre migliori lavori approdati in fiera. I premi attribuiti saranno realizzati dal giovane team di Sweet Short Stories Tellers.
 

I partecipanti

La manifestazione Libri da Yuggoth, prevista per il 27 marzo 2022, vede la partecipazione di esponenti dello studio del genere Weird e della letteratura del Fantastico riconosciuti a livello nazionale; tra gli ospiti speciali figurano i nomi di Andrea Gibertoni, Francesco Corigliano e Paolo Tosini, affiancati da autori ed editori specializzati in pubblicazioni di genere. Tra le importanti penne: Natalia Guerrieri, Lucio Besana, Cristiano Demicheli, Maico Morellini, Ian Delacroix, Antonio Pilato, Michele Borgogni, Andrea Berneschi, Giacomo Lopez, Carlo Marasciulo, A.B. Lundra e Stefano Cucinotta. Senza contare la presenza di case editrici di spessore tra cui Hypnos, Moscabianca e Zona42.

AB LUNDRA.jpg

A.B. Lundra

A.B. Lundra, classe ‘92, vissuto per un periodo in prossimità del monte Beigua: tra i megaliti,nei villaggi fantasma,sui monti. Elementi, questi, che tornano nell’io e si fanno scrittura, narrazione, racconto. Dibattuto tra le certezze empiriche della chimica e il fascino della letteratura, Lundra non sceglie: coniuga, sintetizza, verifica l’inspiegabile, immagina. I monti lo invitano a tendere all’infinito, a cercare se c’è qualcosa oltre l’uomo in un’epoca in cui i più pongono al centro se stessi e la propria immagine.    
A.B. Lundra all’inizio scrive per sé: le pagine sono un io fluente, una parte di lui ancora poco chiara. Scrive perché legge e predilige chiaramente gli horror, i cosmic horror, i mystery, i fantasy, i dark, i romanzi gotici e il genere weird.     
Edgar Allan Poe, J.R.R. Tolkien, Robert E. Howard, Clark Ashton Smith, Howard Phillips Lovecraft, Murakami Haruki e Guy de Maupassant gli tengono compagnia per un po’ di tempo e affondano le radici in lui che, nel 2015, inizia a cimentarsi nella scrittura cercando di trovare una valvola di sfogo, un’alternativa a una realtà spesso troppo banale e noiosa.  
Nel 2019 pubblica “Gli eredi dei Darmen”, trovando il coraggio di condividere il suo primo racconto lungo,dalle marcate influenze weird e gotiche. Nel 2020 emerge l’amore per il cosmic horror, con la pubblicazione dei racconti: “Dal profondo vuoto” e “Darkl-ver”. Un anno dopo sperimenta l’interpretazione del mondo onirico con lo scritto “Richiamo abissale” e successivamente pubblica “Il lamento del vento”, collaborando con il folclorista Giovanni Borrello. 
La passione per la chimica emerge nel lessico curato e mai casuale: una parola mal calibrata e tutto esplode. Tanto che, chi si immerge nel mondo dei suoi racconti, si sente sotto pressione, braccato, costretto a proseguire perché l’unica via di fuga è in fondo.

ANDREA BERNESCHI.jpg

Andrea Berneschi

Mi chiamo Andrea Berneschi; sono nato ad Arezzo nel 1977. 
Scrivo principalmente Horror, Weird, Fantascienza e Sword & Sorcery. 
Dal 2013 a oggi ho pubblicato con varie case editrici: Dunwich Edizioni, I Sognatori, Esescifi, Vincent Books Editore, Letterelettriche, Watson Edizioni, Delos Digital, Independent Legions Publishing, ma anche da indipendente. 
Gli ultimi racconti pubblicati? Uno si trova nell'antologia "Horror Academy vol.1" a cura di Alessandro Manzetti (Independent Legions Publishing) che raccoglie, accanto a ospiti internazionali di grande prestigio (Ramsey Campbell, Richard C. Matheson, David J. Schow, John Skipp) opere sfornate da alcuni corsisti della AM Academy. Ebbene sì, a 44 anni suonati non smetto di aggiornarmi e seguire corsi, se in questo modo posso confrontarmi con i migliori scrittori del settore. 
Altri miei racconti recenti si trovano in "Europa Nera", un progetto indipendente che ho sviluppato insieme all'amico Michele Borgogni. Abbiamo immaginato uno scenario ucronico in cui lo sbarco in Normandia è fallito, il controllo nazista sulla vecchia Europa è sempre più forte e il mondo è diviso in tre blocchi: a est l’Unione Sovietica e i paesi comunisti, a ovest gli Stati Uniti e le poche democrazie liberali rimaste, al centro il dominio del Reich, che tra le sue armi annovera la Magia Nera. Non è la solita storia di "nazisti & creature lovecraftiane", leggere per credere. Il nostro progetto, inoltre, in un momento come questo in cui sui social va di moda una certa "indifferenza ideologica", è dichiaratamente antifascista.
"Europa Nera" ha ricevuto molte recensioni positive, anche tra i "Big": Flavio Troisi di Broken Stories l'ha definita "una raccolta di racconti di Serie A" e Alessandro Girola l'ha inserita sul podio dei tre migliori libri cartacei stampati nel 2021.

MICHELE BORGOGNI.jpg

Michele Borgogni

Sono nato ad Arezzo nel 1979, e da allora passo le mie giornate nel minuscolo paese di Indicatore, immaginando che sia il centro del mondo. Scrivo storie fin da bambino, raccontare su carta le invenzioni della mia mente è il mio ossigeno. Da adolescente ho scoperto Lovecraft, Asimov, Benni, Buzzati, Pratchett, King, Rodari, Poe, Lansdale, e da allora provo a frullare tutte queste ispirazioni all'interno delle mie opere, soprattutto nella forma del racconto. Cerco di coniugare il bizzarro con il perturbante, il fantastico con il pulp, l'umoristico con lo spaventoso, e provo a non porre limiti alle immagini che partorisco. Scrivo da sempre sul mio blog www.cumbrugliume.it e dal 2021 gestisco il canale Youtube Spaghetti Weird.

Tra le mie pubblicazioni:
•    Iliade Z, con Igor Zanchelli, Nicola Furia et al, ed. Razione ILZ – Ottobre 2015
•    Storie di romanticismo, creature orribili e mostri giganti, ed. Razione ILZ – Settembre 2018
•    Il banchetto della fine del mondo, self publishing – Aprile 2020
•    Game, Set, T-Rex, self publishing – Ottobre 2020
•    Storie dall'Europa Nera, con Andrea Berneschi e Francesco Primitivi, self publishing – Marzo/Ottobre 2021
•    Kebabbari vs Alieni, self publishing – Novembre 2021
•    Anche i mostri si innamorano, Dark Abyss Edizioni – Febbraio 2022

IAN DELACROIX.JPG

Ian Delacroix 

Ian Delacroix è uno scrittore ed editor specializzato nei generi weird, horror e fantastico. Ha pubblicato in Italia, in Germania, in USA e UK. Con Edizioni XII pubblica la sua prima raccolta, Abattoir (2007), partecipa alle antologie Tarot-Ludus Hermeticus (2007) e Archetipi (2009) e traduce la short story In The eyes of the Victim dello scrittore americano Michael Laimo per l'antologia Carnevale (2010), per la quale realizza anche la cornice narrativa.
Nel 2011, sempre per Edizioni XII. esce il suo romanzo Il Grande Notturno, finalista al Premio Italia World Science Fiction.
Nel 2020 esce l'edizione limitata de Il Re del Mare (Disintegration Publishing).
All'estero diversi suoi racconti sono usciti in numerose antologie. Tra le varie case editrici con cui ha pubblicato ricordiamo Ulthar Press, Innsmouth Gold, Blitz-Verlag e Dinatox Industries, per la quale esce nel prestigioso tributo a David Tibet, dove appare accanto ad autori quali Thomas Ligotti e Sir Joseph Pulver.
Nel 2020 esce sul mercato americano il suo romanzo Catacomb Kittens per Hybrid Sequence Media. I diritti del romanzo sono stati venduti per il mercato tedesco e il romanzo è uscito anche in Germania nell'autunno 2021.
Il suo nuovo libro - Cabaret Maldoror - verrà pubblicato in Italia il 3 Settembre 2022 dalla Dark Abyss.

 NATALIA GUERRIERI.jpg

Natalia Guerrieri

Natalia Guerrieri (1991) si laurea con Lode in Italianistica presso l'Università di Bologna e, nel 2016, si diploma alla scuola di sceneggiatura Bottega Finzioni di Bologna. Nel 2018, si diploma con Lode al master in Drammaturgia e Sceneggiatura dell'Accademia Nazionale Silvio D'Amico di Roma. 
Firma la sceneggiatura del cortometraggio L’occasione di Rita, diretto da Francesco Barozzi, con Beatrice Schiros, Elena Cotta e Giusi Merli, in concorso alla Festa del Cinema di Roma 2019, Alice nella città, e a numerosi altri festival. Co-sceneggia altri cortometraggi distribuiti nel circuito festivaliero.
È tra i drammaturghi selezionati per la residenza Neon-10, nel quadro di Fabulamundi Playwriting Europe. Nel 2020 scrive i testi teatrali Ready to collapse, insieme all’autrice Chiara Arrigoni, e La prova, entrambi selezionati dalla Biblioteca Digitale di TeatroI. Pubblica racconti per Quodlibet, Il Saggiatore, Moscabianca e numerose riviste letterarie. 
È cofondatrice del collettivo “This writing room”, che si occupa di consulenze di scrittura, ghostwriting ed editing. Negli anni lavora come script consultant a diversi progetti di cortometraggi, lungometraggi e serie tv.
È co-sceneggiatrice del lungometraggio Gli amanti (Kamera Film) di Maria Martinelli, sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna. Il suo primo romanzo, Non muoiono le api, è uscito nel 2021 per l’editore Moscabianca, è stato inserito all’ottavo posto nella Classifica di Qualità di Indiscreto nel mese di ottobre 2021 e ha vinto il Premio Zeno Romanzi Editi edizione 2021.

MAICO MORELLINI.jpg

Maico Morellini

Maico Morellini, classe 1977, vive in provincia di Reggio Emilia e lavora nel settore informatico. Non ama le categorie, le etichette i generi e i sottogeneri perciò scrive narrativa 'fantastica' nel più ampio senso del termine. Ama le contaminazioni in ogni loro forma. Adora la fantascienza, l'horror e tutto quello che ci sta intorno. Con il suo primo romanzo di fantascienza, Il Re Nero, ha vinto il Premio Urania 2010, pubblicato nel novembre del 2011 da Mondadori. Ha ricevuto segnalazioni al Premio Lovecraft e al Premio Algernoon Blackwood, ha pubblicato racconti su diverse antologie tra cui I Sogni di Cartesio, Ma gli androidi mangiano spaghetti elettrici, Propulsioni di Improbabilità oltre che sulla rivista Robot e sulla Writers Magazine Italia. Nel 2014 ha creato per Delos Digital la serie hard science fiction I Necronauti. Nel 2016 è uscito il suo romanzo La terza memoria, per Urania Mondadori. Nel 2018 ha pubblicato Il diario dell’estinzione (Edizioni Watson) e, nel 2020, Il ragno del tempo (Providence Press), entrambi romanzi vincitori del Premio Italia (2019, 2021) come migliori romanzi fantasy.

Marasciulo-Carlo.jpg

Carlo Marasciulo

Sono nato a Monopoli, in provincia di Bari, il 16 ottobre 1997, ma attualmente abito nei pressi di Treviso. Ho frequentato il Liceo delle Scienze Umane Duca degli Abruzzi di Treviso ma, al termine di questo percorso, ho capito di voler dare un taglio pi  classico alla mia formazione. Mi sono perci  iscritto alla facolt  di Storia dell’Universit  Ca’ Foscari di Venezia, dove ho conseguito la laurea nel 2021. Attualmente, frequento il corso magistrale di Storia dal Medioevo all’Et  Contemporanea presso il medesimo Ateneo, con l’obbiettivo di diventare insegnate. I miei studi universitari mi hanno portato a spaziare nei campi dell’arte, della storia e della letteratura, rendendo pi  organica e completa la mia preparazione artistica e professionale. Prima che scrittore, mi definisco un lettore, poich  la lettura   una passione che coltivo dalla tenera et . I libri sono per me uno strumento di fondamentale importanza per la formazione personale, e il loro studio mi permette di trovare l’ispirazione necessaria per dedicarmi alla scrittura. Mi definirei un “onnivoro”, dato che al genere antepongo il piacere e la conoscenza che qualsiasi tipo di lettura mi pu  concedere. Sono anche un discreto amante del cinema, nonostante si tratti di un territorio in cui mi sono solo appena addentrato, e in questi ultimi tempi sto scoprendo il mondo del fumetto, in particolare quello giapponese. Come scrittore, la mia produzione si divide in due grandi aree. Per quanto riguarda la poesia, prediligo una stile scarno, incentrato sulla brevit , privo di orpelli, cercando tuttavia di valorizzare le figure di suono e la simbologia. Credo il linguaggio criptico della lirica sia un mezzo efficace, per quanto imperfetto, per comprendere la natura dell’Universo, e quindi dell’Uomo. In tale ambito, considero miei maestri Walt Withman ed Emily Dickinson, cos  come i grandi poeti della classicit  greca e romana e i maggiori nomi del 900 europeo, ma in realt  qualsiasi autore pu  fornirmi uno spunto per nuove tematiche e soluzioni stilistiche. Nel 2021 ho pubblicato una prima raccolta, sotto il nome di “Stagioni Poetiche”. L’uscita di un secondo ciclo, “Apocalisse”,   programmata per il 2022. Il campo della prosa   pi  articolato. Trascorsi i primi anni all’insegna di un sperimentalismo caotico e raffazzonato, ho deciso di specializzarmi nei generi dell’horror, della fantascienza, del western e dell’heroic fantasy. In questo settore, il mio stile tenta di avvicinarsi quanto pi  possibile alla realt  della narrazione, cercando di renderla tangibile. A ci  si accompagna il tentativo di indagare e descrivere la psicologia dei personaggi, cercando di analizzarne le sfaccettature, per scoprire e svelare i segreti che si celano nell’animo degli esseri umani. La forma del racconto mi permette di dedicarmi contemporaneamente a molteplici archi narrativi, tutti legati dal concetto di multiverso. Snodi fondamentali in questo senso sono stati la lettura di Tolkien, King, Howard e Lovecraft, a cui si aggiungono i grandi classici della letteratura in prosa europea e americana e un vasto bacino di autori appartenenti alla narrazione del fantastico, provenienti tutto il mondo. Nel 2021 ho pubblicato l’antologia “Coste letali e altri racconti”, a cui, nel 2022, seguir  la raccolta “Il sangue di Marte”.

robet.jpg

Paolo Tosini

Redattore di Yorick Fantasy Magazine, la più longeva rivista del fantastico in Italia, fondata nel 1987. Paolo Tosini ha anche scritto molte opere, la più recente è una collaborazione con Alessandro Bonet “Tutti mentono”, edito da Caosfera Edizioni.

LUCIO BESANA.jpg

Lucio Besana

Ho iniziato a scrivere prima di compiere dieci anni, cercando di immaginare quali storie si nascondessero dietro le locandine dei film dell’orrore che mi era proibito guardare; trent’anni più tardi pago l’affitto, le bollette e le tasse facendo più o meno la stessa cosa. Vivo a Strasburgo, in un mondo decisamente più ampio e variegato del paese di campagna in cui sono cresciuto, e le mie storie di straniero in terra straniera parlano di alienazione, conformismo e della nostra percezione della realtà, della normalità e dell’orrore. Il mio primo libro è “Storie della Serie Cremisi”, pubblicato da Edizioni Hypnos. Oltre che scrittore sono sceneggiatore professionista: ho avuto l’occasione di portare parte delle mie ossessioni e visioni nei film “The Nest” di Roberto De Feo (Universal) e “A Classic Horror Story” di De Feo e Paolo Strippoli (Netflix). Amo il Metal, Robert Aickman e i minimalisti americani.

CRISTIANO DEMICHELI.jpg

Cristiano Demicheli

Sono nato a Genova nel 1975. Dopo la laurea in lettere con una tesi su Tommaso Landolfi ho svolto i più disparati mestieri pur continuando a coltivare la scrittura creativa con collaborazioni a riviste e siti web. Nel 2011 esce per Rizzoli il mio primo romanzo, una storia per ragazzi dal titolo Melasia, finalista ai premi Cento e Minerva. Nel 2018 vinco il premio Hypnos con il racconto Materiali per una guida della Val Lemuria e l'anno successivo pubblico con la casa editrice omonima la raccolta Cronache dalla Val Lemuria, dove sperimento una ricetta originale di realismo magico che unisce fantastico e umorismo. Affiancando alla passione per la letteratura un vivo interesse per la crimonologia, ho pubblicato nel 2020 per edizioni Rogas Quell'oscuro desiderio. Un profilo del mostro di Firenze, uno studio sui delitti delle coppiette che hanno terrorizzato il capoluogo toscano nella prima metà degli anni Ottanta. Il buon riscontro ottenuto mi ha portato ad avviare una proficua collaborazione con varie radio fiorentine che si occupano dell'argomento. Nel maggio 2021 uscirà, sempre per i tipi di Hypnos, il romanzo L'anno delle volpi, ancora ambientato in Val Lemuria.

STEFANO CUCINOTTA.jpg

Stefano Cucinotta

Stefano Cucinotta è nato a Como nel 1985. Si è laureato in Lettere all’Università degli Studi di Milano e attualmente è Direttore Creativo di un’agenzia pubblicitaria. Vive a Milano.
Neanche a dirlo, fin dalla tenera età è stato avido consumatore di storie di paura. È un avido lettore onnivoro con un gusto spiccato per il perturbante.
Nel 2021 ha pubblicato Epistassi, la sua prima raccolta di racconti horror, con la casa editrice Bibliotheka Edizioni. Nel 2022 ha pubblicato Le Stanze delle Ombre con Weird Book: una nuova raccolta di racconti inediti, tutti ambientati in camere d’albergo e motel sinistri.

GIACOMO LOPEZ.png

Giacomo Lopez

Lavora da vent'anni nel cinema e in tv come producer e script editor. Dopo la laurea con Luca Serianni in Storia della Lingua Italiana, per alcuni anni è stato borsista presso l'Accademia Nazionale dei Lincei. Ha pubblicato saggi su temi di linguistica italiana e su cinema e televisione, oltre a opere di narrativa (con Marsilio e altri editori). Nel novembre del 2021 è uscito il suo romanzo “Soffio” con Moscabianca editore.

robet.jpg

Francesco Corigliano

Francesco Corigliano è docente di scuola secondaria di primo grado in Calabria. Nel 2019 ha conseguito un dottorato di ricerca all’Università della Calabria con una tesi sulla weird fiction incentrata sulla definizione del concetto stesso di weird. Si occupa dei meccanismi teorici della letteratura dell’orrore e dei suoi rapporti con il folklore. Ha pubblicato articoli sulle opere di vari autori, quali Eraldo Baldini, Giovanni Magherini-Graziani e Thomas Ligotti.

ANTONIO PILATO.jpeg

Antonio Pilato

Antonio Pilato (Ravenna, 11 Marzo 1990) è uno psicopedagogista e scrittore italiano. Fin da bambino si appassiona alla letteratura dell’orrore, leggendo in casa e a scuola i romanzi brevi della serie Piccoli brividi di R. L. Stine. Terminati gli studi liceali, s’iscrive all’Università di Bologna, laureandosi in Scienze del Comportamento e delle Relazioni Sociali nel 2013, e in Psicologia delle Organizzazioni e dei Servizi nel 2015. Nel frattempo, inizia a conoscere più da vicino la prosa di S. King, leggendo diversi romanzi e alcune raccolte di racconti. Dal 2016 la sua visione della letteratura si allarga ad altri autori, primi fra tutti H. P. Lovecraft e T. Ligotti, i quali influenzeranno non poco i suoi pensieri e il suo immaginario, portandolo a laurearsi una terza volta nel 2018, questa volta in Pedagogia, e a dedicare la sua tesi di laurea proprio al tema dell’infanzia insita nei contesti della letteratura dell’orrore. Dal 2018 inizia a scrivere, preso da una forte ispirazione innata e arcana, una serie di racconti di genere weird che traggono ispirazione, oltre che dai suddetti scrittori, anche dalla penna di molti altri autori, come E. A. Poe, A. Christie, C. A. Smith, R. W. Chambers, E. S. Gardner e H. Murakami. Nel 2020 pubblica la sua prima raccolta di racconti, l’antologia intitolata “Incubi grotteschi di esiliati sognatori”, mentre nel 2021 pubblica il suo secondo libro, la novella “Scienza ritegno”.

robet.jpg

Andrea Gibertoni 

Nasce nel 1975, vive e lavora a Reggio Emilia, si occupa di fantastico a tempo pieno a partire dal 2014 con la fondazione della Miskatonic University, libreria di genere divenuta in breve tempo punto di riferimento per gli appassionati di tutta Italia, fino alla sua chiusura cinque anni dopo. Nel 2015 diventa collaboratore di Yorick Fantasy Magazine, storica testata del settore. Nel 2016 è curatore della Collana Miskatonic per Vincent Books editore e tiene anche una piccola rubrica sul sito della rivista Paràllaxis. Dal 2019 entra a far parte della giuria del Premio Hypnos e nello stesso anno è co-curatore insieme ad Andrea Vaccaro dell’antologia Strane Visioni 2, per Edizioni Hypnos. Scrive inoltre sulle pagine tematiche Letteratura Horror, Horror Magazine e Filmhorror.com e collabora con la casa editrice Providence Press.