dom 26 set | Villa Casati Stampa

Appuntamento con Stefania Suvero, Eufemia Griffo e Renato Ghezzi + Ingresso fiera

**Sala Gialla** Villa Casati Stampa di Soncino
La registrazione è stata chiusa
Appuntamento con Stefania Suvero, Eufemia Griffo e Renato Ghezzi + Ingresso fiera

Orario & Sede

26 set, 16:00 – 18:00
Villa Casati Stampa, Piazza Soncino, 3, 20092 Cinisello Balsamo MI, Italia

L'evento

Stefania Suvero

La Lalla

Nella Milano degli anni Sessanta, Lalla, al secolo Mafalda Malinverni, un'attempata signora ancora piena di vita e vitalità, vive una seconda giovinezza dopo la dipartita del marito, uomo oppressivo e dispotico. Lalla è una pittrice, una donna intelligente e piena di voglia di vivere che, finalmente, può concedersi la libertà di condividere con chi le piace un viaggio, un vernissage, un soggiorno nella sua amata Costa Azzurra. Preoccupati dall'emorragia di denaro dal conto corrente, i suoi figli, Pierfederico e Carlotta, riescono con l'inganno a convincerla a ritirarsi a Villa Cozzi, una residenza nobiliare sul lago di Como riadattata a casa di riposo per attempati benestanti. Il carattere ribelle di Lalla non l'aiuta nella convivenza con gli strampalati coinquilini e lei, con la sua inarrestabile verve, mette in atto mille bizzarre strategie per tentare l'evasione, portando lo scompiglio nella vita tranquilla e abitudinaria degli ospiti. Ci riuscirà? Viva la vita!

Eufemia Griffo

Da lontano Venezia. I viaggi di Marco Polo

Margherita Polo, discendente del famoso Marco, racconta "Il Milione" a suo figlio Lorenzo, di otto anni. Alternandosi con Rustichello da Pisa, narrerà il viaggio di Marco e la sua vita nel Catai, facendo rivivere Kubilai Khan, l'imperatrice Chabi, Kokachin, Niccolò e Matteo Polo. Parlerà dell'amore tra Marco e Kokachin, lieve come la carezza del vento, dell'amicizia, del coraggio, dello spirito di conoscenza, dell'avventura, del sogno. Emerge il legame di Marco con la sua Venezia, vissuta o sognata; quello del Khan con le città che governa senza conoscerle, illusorie e invisibili, rese reali solo dai racconti di Marco, e sarà il Khan a rivelare a Marco il senso della vita: essere responsabili delle proprie scelte, giocatori e non pezzi sulla scacchiera dell'esistenza. Nella fusione tra passato e presente, Margherita e Lorenzo scriveranno l'epilogo di una storia ancora viva.

Renato Ghezzi

La pace viaggia in autobus

Glenn Cowan è un diciannovenne americano hippie, campione nazionale di ping-pong; Zhuang Zedong un trentunenne cinese, atleta professionista, campione mondiale di ping-pong. Nel 1971 Stati Uniti e Cina Popolare non hanno relazioni diplomatiche. La situazione tra i due paesi è tesa per via della guerra in Vietnam e dell'appoggio statunitense alla Cina Nazionalista di Taiwan. Quando le due nazionali arrivano a Nagoya, in Giappone, per i campionati del mondo, l'ordine dato ai giocatori cinesi è di non parlare con gli americani. A Glenn Cowan tutto ciò non interessa. Lui è uno spirito libero, noncurante. Un giorno, al termine di un allenamento, scopre che il pullman della sua squadra è già partito, lasciandolo solo. Quello che farà, grazie anche all'iniziativa del cinese Zhuang Zedong, darà il via a una serie di eventi che cambieranno la storia del pianeta. Dietro la vicenda umana dei due ragazzi, il mondo dello sport e della politica tirano i fili della vicenda, fino allo storico incontro tra Nixon e Mao Zedong. Basata su fatti reali, questa è la storia romanzata di quella che divenne famosa come "Diplomazia del ping-pong".

Edi.Marca Edizioni

Biglietti
Prezzo
Quant.
Totale
  • Sold out
    Edi.Marca Edizioni
    €0
    €0
    0
    €0
Questo evento è sold out

Condividi questo evento